"Io, gambizzato, vi racconto la mia vita distrutta dalle Br"

A 35 anni dall’attentato Antonio Iosa si confessa a Repubblica.it: “Punito perché avvicinavo la Dc agli operai”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *